Provvedimento per la Prevenzione e Reazione ad Eventi Cibernetici nelle PA

In data 4 aprile 2017 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la circolare AgID 1/2017 relativa alle misure minime di  sicurezza ICT per le Pubbliche Amministrazioni.Sono state infatti pubblicate in Gazzetta Ufficiale le “Misure minime per la sicurezza Ict delle pubbliche amministrazioni”, elaborate da Agid lo scorso autunno. Si tratta di un documento che attua la direttiva del 1 agosto 2015 del Presidente del Consiglio dei Ministri, che emana disposizioni finalizzate a consolidare lo stato della sicurezza informatica nazionale, alla luce dei crescenti rischi cibernetici che minacciano anche il nostro Paese. La direttiva assegna all’Agenzia per l’Italia Digitale il compito di sviluppare e rendere disponibili “indicatori degli standard di riferimento” che mettano le amministrazioni in grado di dotarsi degli standard minimi di prevenzione e reazione ad eventi cibernetici.

Chi deve fare cosa?

La responsabilità di attuazione delle misure minime è in capo al responsabile dei sistemi informativi (definito all’art. 10 del D.Lgs. 39/1993) o, in sua assenza, al dirigente allo scopo designato.
Il Responsabile dovrà compilare un modulo che, oltre che marcato temporalmente, attesti l’adozione delle misure minime richieste.

Entro quando?

La scadenza di prima adozione di tale adempimento è il 31/12/2017.

SGBox e Il contenuto delle Direttive

SGBox è in grado di effettuare ai controlli previsti dalla normativa tra cui:

Discovery e Inventario dei Dispositivi HW e SW

Gestione e Correlazione dei Log di Sistema

Identificazione, Analisi e Gestione delle Vulnerbilità

Progetti
% dei rinnovi
Sviluppatori
Partners

Vuoi approfondire la soluzione? Richiedi subito una presentazione da remoto!